Fai allenamento costantemente, segui un’alimentazione sana, fai di tutto per dividerti tra palestra e impegni vari,  ma non vedi risultati soddisfacenti. 

Cosa succede? Cosa stai sbagliando?

Sicuro di aver scelto il programma di allenamento giusto per te?

La prima cosa fondamentale da fare è capire da dove si parte: stai intraprendendo un viaggio e se hai ben chiara la meta che vuoi raggiungere dovrai avere un quadro preciso anche del punto da cui parti e della strada da intraprendere.

Facciamo prima il punto della composizione corporea e a seguire dello stato del metabolismo.

Da queste osservazioni è possibile capire:

  • il tipo di allenamento più adatto a te;
  • le fasce orarie in cui il tuo allenamento produrrà i migliori risultati;
  • la durata consigliata degli allenamenti;
  • la frequenza del programma di allenamento.

Incredibile, vero? Non credevi che da una prima osservazione si potessero già definire elementi tanto importanti di un programma di allenamento efficace.

Facciamo un esempio. Chi ha un alto grado di infiammazione, per cui la massa muscolare tende facilmente ad essere infiammata, necessiterà di tempi di recupero più lunghi: in questi casi produrranno migliori risultati programmi di allenamento che prevedono sessioni brevi ed intense con un maggior tempo di pausa tra un allenamento e l’altro.

Alimentazione ed allenamento sono strettamente correlati.

Dopo aver individuato la tipologia di allenamento migliore,  occorre associare l’alimentazione adatta per ottenere il massimo risultato: abbiamo il punto di partenza, il percorso da fare e la meta da raggiungere; adesso dobbiamo stabilire se la macchina ha bisogno di benzina, gasolio o elettricità.
Ricorda infatti che alimentazione ed allenamento sono strettamente correlati se desideriamo ottenere i migliori risultati e vogliamo evitare l’ “effetto Penelope”.

Succede più spesso di quanto si possa immaginare, faccio qualche esempio. Eseguo un allenamento corretto in palestra, lavoro sulla massa muscolare, poi però il metabolismo non è in grado di supportare il fabbisogno energetico e, per trovare le energie necessarie, finiamo per “smontare” i risultati ottenuti con tanto sacrificio. O ancora, se c’è un metabolismo catabolico di consumo della massa muscolare e ossea in atto, occorre valutare la situazione e correggerla con l’alimentazione adatta per non vanificare tutti gli sforzi dell’allenamento.

Ad ogni allenamento la sua alimentazione!

La giusta dieta è un alleato che non si può sottovalutare. Con la corretta alimentazione si può allenare la forza, l’ipertrofia, la resistenza: si tratta quindi di fare una serie di valutazioni insieme al paziente per individuare il piano alimentare in grado di fornire tutti i nutrienti necessari nel momento esatto in cui l’organismo ne ha bisogno. 

Alimentazione per allenamento e integratori.

Una nota speciale merita l’alimentazione dopo l’allenamento o prima di esso: non esiste un consiglio universale per tutti gli sportivi e per tutti gli allenamenti, in palestra o outdoor che siano.
Gli spuntini pre e post allenamento vanno stabiliti insieme all’interno piano alimentare così come l’eventuale ricorso ad integratori alimentari. L’assunzione responsabile di proteine, aminoacidi, carnitina ed altri integratori è fondamentale: spesso invece vengono assunti al momento sbagliato, in quantità non corrette, senza un regime alimentare corretto, o addirittura quando non sono affatto necessari.
In questi casi, gli integratori possono anche arrivare a recare un danno all’organismo.