In cosa consiste il Dinner Cancelling?

Il Dinner Cancelling è una tipologia di digiuno intermittente che concentra l’alimentazione nella fascia oraria mattutina, tra la colazione e il primo pomeriggio, digiunando poi nella fascia oraria serale. Si tratta di un regime alimentare “furbo” che carica i pasti nella fascia oraria in cui gli ormoni del metabolismo sono più attivi e scaricandoli quando il corpo va gradualmente a riposo sia per la naturale finestra di sonno notturno sia dal punto di vista metabolico-ormonale, sfruttando quindi la fase parasimpatica del sistema nervoso autonomo e portando a un conseguente sprint del sistema immunitario.

Per questi motivi, quindi, il digiuno intermittente di questo tipo (dinner cancelling) si dimostra essere particolarmente efficace nel tagliare le calorie, migliorare la performance metabolica, stimolare l’utilizzo del grasso e aiutare la perdita di peso. A ciò si aggiunge anche una generale sensazione di benessere derivante dal reset dell’orologio interno dell’organismo e dallo stimolo del sistema immunitario.

A chi è adatto questo regime alimentare?

Tutto molto bello, vero? Scommetto vi state chiedendo perché non seguire il digiuno intermittente. Innanzitutto perché non è un regime alimentare per tutti. Non è adatto a bambini, adolescenti e a tutti coloro che sono in fase di crescita, comprese le donne in gravidanza; non fa neanche al caso di chi deve necessariamente alimentarsi nella fascia oraria serale, ad esempio, per assumere farmaci o per sopperire al fabbisogno energetico dell’attività sportiva.

Le nostre raccomandazioni

Attenzione però perché non si tratta semplicemente di eliminare un pasto.
Per produrre i risultati auspicati, il digiuno intermittente deve essere appositamente calibrato da uno specialista sulla base delle esigenze individuali così da assicurare il giusto apporto giornaliero di grassi, proteine, vitamine e minerali ed evitare rischiose carenze nutritive.

Il consiglio pertanto è sempre quello di non improvvisare in autonomia rischiando di portare più danni che benefici all’organismo: l’ideale è sempre affidarsi a uno specialista che possa effettuare tutte le valutazioni del caso ed individuare la dieta più adatta alle nostre necessità.