Non esistono più le mezze stagioni e con l’arrivo dell’inverno siamo travolti in “tempeste” di freddo che ci colgono impreparati e ci difendiamo come si può con pluri sciarpe e abbigliamento termico.

Coprirsi certamente fa bene, ma forse non tutti sanno che il nostro corpo è capace di adattarsi a tutto, anche alle basse temperature grazie anche al grasso bruno!

Purtroppo con l’evoluzione, la vita moderna e la tecnologia, i processi metabolici adattativi molto importanti per il nostro organismo sono andati persi nei secoli e ci ritroviamo meno capaci di generare calore e di ossidare (bruciare) grasso…. e questo compromette anche la perdita di peso!

Nel nostro organismo il tessuto adiposo si localizza in vari distretti corporei (sottocutaneo, viscerale, intramuscolare ) e si differenzia in due sottotipi: grasso bianco,  che accumula energia sotto forma di grasso di deposito (e ci fa ingrassare) e grasso bruno che invece viene ossidato facilmente  per produrre calore come una sorta di termosifone naturale… e ci fa dimagrire, o meglio aiuta il metabolismo lipidico ad essere più efficiente.

Difficile da credere ma è tutto vero: si tratta di una riserva naturale capace di aumentare il metabolismo e la dispersione di energia.

Questo tipo di grasso si attiva in vari modi, specialmente quando il termometro scende (stagioni fredde o esposizione al freddo), quando il corpo tende a raffreddarsi (ore notturne)  e con l’attività fisica.

Questo non significa che dobbiamo uscire mezzi nudi come le antiche tribù, ma possiamo aiutare il metabolismo ad essere più efficiente e capace di bruciare (ossidare) i grassi di deposito, adottando delle strategie:

  • non coprirci troppo
  • non alzare troppo la temperatura dei termosifoni
  • praticare sport all’aperto anche durante i mesi freddi
  • non dormire troppo coperti (magari con i calzini di lana infilati nel pigiamone di pile!)

I benefici saranno molteplici in quanto la capacità del tessuto adiposo di bruciare i grassi accumulati non solo permette un dimagrimento rapido, ma anche un compenso glicemico migliore (riduzione insulino-resistenza e controllo del diabete).

CONSIGLIO: prima di affrontare una dieta è sempre opportuno chiedere una valutazione approfondita del tipo di grasso accumulato e delle personali capacità ossidative in modo da adattare la nutrizione alle proprie esigenze!