Le tisane drenanti sono dei prodotti che si possono preparare in casa o acquistare in erboristeria composte da sali minerali e fibre provenienti da erbe e piante farmaceutiche. Il loro effetto è quello di eliminare i liquidi in eccesso e vengono dunque usate per contrastare gonfiore, cellulite e ritenzione idrica che si ritrovano spesso in casi di sindromi premestruali, sovrappeso e patologie dell’apparato urinario (calcoli renali, infezioni o cistiti).

Non risultano però produttive se non vengono quotidianamente unite ad un po’ di attività fisica e ad un’alimentazione bilanciata e ricca di frutta e verdura di stagione.

Ecco alcune tisane e i relativi benefici:

  • le tisane al thè verde, al fucus, alla liquirizia e al tarassaco aiutano ad attivare il metabolismo;
  • la tisana all’ortica favorisce la disintossicazione;
  • le tisane alla betulla, all’asparago e al prezzemolo possono stimolare la diuresi ed eliminare i liquidi in eccesso;
  • le tisane al finocchio, all’anice e all’arancia amara hanno proprietà digestive;
  • la tisana al carciofo agevola la depurazione epatica;
  • la tisana al mirtillo concorre ad attivare la circolazione.

Se il sapore non vi è particolarmente gradevole, è possibile modificarlo con del dolcificante o un po’ di limone.

Per potenziarne al massimo gli effetti, è preferibile assumerle a stomaco vuoto, anche appena svegli o subito prima di andare a dormire.

In alternativa alle tisane possono essere assunti i centrifugati (preparati con mix di frutta e verdure), molto validi soprattutto nei cambi di stagione, in quanto non danno solo un aiuto a drenare, ma anche a dissetare, oltre a essere un ottima alternativa agli spuntini essendo poco calorici e ricchi di minerali e vitamine.

Centrifugati di stagione:

  • banana, ananas, cocco (rigenerante);
  • arancia, kiwi , carota e basilico (rinforzo del sistema immunitario);
  • pompelmo e carota (ricco di antiossidanti per la rigenerazione dei tessuti);
  • mela, carota, sedano e zenzero (depurativo)