“Perdo peso ma non grasso. Da cosa può dipendere?”

Forse non lo sapevi ma lo stress influisce più di quanto si possa immaginare sull’assetto metabolico ed ormonale dell’organismo.

Qualsiasi forma di stress, sia esso fisico, emotivo, psicologico o metabolico, crea nell’organismo un’“allerta” che attiva una sequenza di processi che sfociano nell’insorgere di stati infiammatori. In presenza di uno stato infiammatorio, il metabolismo orienta l’assetto ormonale e metabolico verso una maggiore richiesta energetica prodotta dalla massa magra (ossa, muscoli ed acqua) con conseguente perdita di massa muscolare e, per un meccanismo di compensazione, al più facile accumulo di grasso

Ecco perché, in periodi di forte stress, potremmo notare una perdita di peso. Attenzione, però, perché non si tratta di un sano dimagrimento ma di erosione della massa muscolare che, a ben vedere, nasconde un aumento di grasso corporeo.

Cosa fare per perdere grasso e non solo peso?

La prima cosa da fare per perdere grasso e non solo peso, è innanzitutto correggere la risposta allo stress e creare le condizioni affinché l’organismo possa trovare nuovamente un equilibrio.

Non c’è nessuna bacchetta magica dietro nè una sola panacea: si tratta di una serie di iniziative volte a riequilibrare l’assetto ormonale e riattivare il sistema nervoso autonomo, così da “rieducare” l’organismo e tornare ad usare il grasso di riserva.

Quali sono gli step necessari per gestire lo stress, risolvere lo stato infiammatorio e perdere grasso?

Ecco i nostri consigli:

  • monitoraggio della situazione e l’analisi dello stato infiammatorio di partenza: una soluzione efficace può avere luogo solo partendo da una diagnosi precisa dello stato di salute ed infiammatorio.
  • elaborazione di un piano di nutrizione adatto al caso: non siamo tutti uguali e non esiste soluzione nutrizionale universale. Ecco perché lo studio del caso specifico e l’elaborazione di un piano nutrizionale su misura sono elementi imprescindibili per stare bene.
  • adozione di strategie di recupero con attività fisica: il nostro corpo è una macchina complessa che non solo ha bisogno di mettersi in moto, ma occorre che lo faccia nel modo giusto e nel momento giusto della giornata. 
  • adozione di strategie di recupero del sistema nervoso autonomo e reset dell’orologio interno.